Una serata speciale

Immaginate un punto su una mappa. Un punto preciso. Un punto da cui nascono  22 puntini che prendono direzioni diverse. La matematica che si studia a scuola le avrebbe già definite come “funzioni divergenti”, che difficilmente potrebbero rincontrarsi in un altro punto dello spazio. Ma la matematica non sempre ha ragione ( meno male..) perché l’altra sera, esattamente venerdì 14 novembre, la 3C di due anni fa (2013) si è ritrovata per condividere insieme una bella serata in pizzeria. Si, c’erano quasi tutti; pochissime persone assenti per cause di forza maggiore. Gli insegnanti presenti (Carla Bossolo, Claudio Cappelletti, Maria Carlomagno, Nicola Dell’Aquila) hanno visto i loro cari “ex allievi” cresciuti, trasformati, pieni di progetti e sogni che, se vorranno,  potranno trasformare in realtà. Quanti ricordi si sono condivisi e quanta allegria c’era a quel tavolo. Davvero un bell’esempio di come una classe si affeziona alla sua scuola e  ne conserva il suo spirito. Si, il Valdocco ha qualcosa di speciale! Don Bosco  è presente ed era presente anche quella sera e rideva insieme a noi, ai suoi ragazzi. Ci siamo dati appuntamento a dopo l’esame di maturità, per festeggiare e trascorrere un’altra serata con i nostri allievi, che molte volte ci insegnano cose importanti, per le quali noi professori esprimiamo il nostro GRAZIE.

Claudio Cappelletti

IMG_1309

 

Tutti in Fiera!

cooreGiallo, Arancione, Blu, Azzurro, Verde, Viola… COLORE!

Giovedì 16 ottobre due classi, la 2C e la 2D, accompagnate dagli insegnanti Claudio Cappelletti,Nicola Dell’Aquila, Diego Prot e Sara Spata sono partiti in direzione della Fiera di Milano, per visitare il VISCOM: la mostra per la COMunicazione VISiva.

Svolti i soliti noiosi preamboli (biglietti e organizzazione della giornata), siamo entrati e i ragazzi sono stati avvolti da immagini  colorate, stoffe, materiali di ogni genere, luci e altre meraviglie della loro professione .

Si! Davvero una fiera piena di colore: blu oltremare, giallo limone, bianco, nero, rosso carminio, verde mare, ocra…

Da un punto di vista professionale, si sono potuti ammirare molti macchinari e tecniche che permettono un’espressione comunicativa e progettuale, tale da esaudire le fantasie di designer grafici.

Tra gli strumenti più interessanti, senz’altro i plotter d’intaglio.

IMG_1163Gli stand fornivano esempi e davano dimostrazione del loro funzionamento. Si potevano realizzare gli oggetti più disparati: da scatole a mobili di cartone, fino a vere e proprie sculture componibili. Pezzi di ondulato dalle forme incomprensibili, che una volta assemblati diventavano alberi, animali o tantissimi oggetti che il grafico ha studiato e disegnato. Un materiale che molte volte nella nostra normale vita quotidiana pieghiamo e buttiamo, ma che altre persone, i designer della comunicazione, utilizzano per creare un mondo di espressione. Anche questo è creatività! Ogni tanto si vedevano “volteggiare”, lungo tutto il padiglione ,alcuni poster coloratissimi. Non si trattava di una magia: era qualche allievo, di cui si intravvedevano solo le gambe,intento a trasportare uno stampato di grandi dimensioni. Che dire di altri ragazzi pieni di borse riempite con qualsiasi tipo di gadget: UNA CUCCAGNA!  Continua a leggere

Come don Bosco: con i giovani, per i giovani.

Diario di una mattina al Colle….

foto colle(1)

Il giorno 9 settembre i formatori delle diverse sedi dei CFP del Piemonte si sono incontrati al Colle don Bosco per condividere insieme la Proposta Pastorale di quest’anno. Non è mancata l’occasione di ricevere i saluti e gli auguri di un buon anno formativo da parte di don Enrico Stasi, Ispettore dei Salesiani del Piemonte e Valle d’Aosta, di Lucio Reghellin, che segue il coordinamento dei Centri di formazione professionale di Torino e la sede regionale e da parte di don Stefano Colombo, figura storica del CNOS FAP dalla sua fondazione.
Nel presentarci la proposta pastorale, don Alberto Lagostina si è soffermato su alcuni concetti-chiave.

Continua a leggere